Lunedì - Venerdì 09:00 - 19:00

Sabato e Domenica - chiuso

Verona

tel. 045 914185

Villafranca

tel. 045 7900497

ALITOSI

ALITOSI

ALITOSISono tante le persone che soffrono di alitosi, e che spesso la chiamano “alito cattivo” o “alito pesante”. In alcuni casi si tratta di una forma lieve, in altri casi di una forma più accentuata; talvolta è anche un problema con pesanti risvolti psicologici. Nelle sue varie forme, l’alitosi colpisce oltre il 50% degli italiani.

Esiste una strettissima correlazione tra la scarsa igiene orale e l’intensità stessa dell’alitosi, che trova la sua origine prevalentemente nel cavo orale. Quand’è che l’alitosi è definita “patologica”? Avete l’alito pesante soprattutto al mattino? Il problema è di tipo transitorio; la causa è la proliferazione notturna di batteri del cavo orale, che producono gas contenenti zolfo. Se l’alito cattivo è invece persistente si parla di alitosi patologica. È colpa della digestione? Probabilmente no. La comunità scientifica indica che nel 90% le cause di alitosi sono da riscontrare nella cavità orale: solo nel 10% dei casi dipende dalla digestione.

 

La lingua

La lingua è una delle cause più comuni dell’alito cattivo. La patina sulla lingua agisce come un tappeto in cui particelle di cibo, batteri e residui di gocciolamento nasale possono accumularsi, creando le condizioni ideali per la riproduzione dei batteri. Uno spazzolino da denti non è lo strumento migliore da utilizzare per pulire la lingua perché è stato progettato per pulire i denti: meglio un pulitore o raschietto apposito, è un dispositivo di igiene orale progettato per pulire i residui che si accumulano sulla superficie della lingua. Ricordate che la pulizia della lingua regolarmente può fare una grande differenza nella qualità del vostro alito.

 

Alimentazione a basso contenuto di carboidrati

In caso di alimentazione a basso contenuto di carboidrati l’organismo brucia soprattutto grassi, che diventano la fonte principale di energia. In questo caso si libera chetone, che causa alito forte e dal sapore acetonico, chiamato appunto alito acetonico. In questo caso il trattamento dell’alito cattivo è semplice, dobbiamo soltanto consumare più fibra, che aiuta la digestione e risolve l’alito pesante.

 

Secchezza della bocca

Anche una secchezza eccessiva della bocca può essere causa di alito cattivo, ma anche qui si tratta di un sintomo. In questi casi una produzione ridotta di saliva è la causa della proliferazione di batteri nella cavità orale che la saliva, in quantità insufficiente, non riesce ad eliminare. Dalla secchezza della bocca si può sviluppare anche disidratazione, che può essere trattata esclusivamente con il consumo di più liquidi. Causa di una ridotta produzione di saliva può essere una disfunzione della ghiandola salivare o può presentarsi come effetto collaterale di medicinali, ma non è neppure raro che la causa sia l’aria respirata attraverso la bocca

 

Cosa può fare il dentista per questo problema?

Dal punto di vista odontoiatrico il trattamento dell’alitosi deve essere preceduto da un’accurata diagnosi. Carie non curate, gengive infiammate, placca batterica e accumulo sulla lingua di residui di cibi e batteri sono certamente le più comuni cause dell’alitosi. È poi molto importante spiegare bene al paziente come effettuare la pulizia quotidiana.

Il controllo della placca deve essere scrupoloso ed eseguito non soltanto sulle superfici masticatorie e tra gli spazi interdentali ma anche sulla lingua, nella posizione posteriore, al di sotto delle eventuali protesi fisse (ponti) e di quelle mobili che vanno, ricordiamo, deterse dopo ogni pasto massaggiando le gengive.

Esistono colluttori e farmaci specifici per combattere l’alitosi ed aiutare la corretta igiene orale, soprattutto per l’eliminazione dei batteri. Non esiste però un unico prodotto che si adatti perfettamente a tutti i diversi casi. I prodotti da usare dovrebbero essere prescritti dal vostro dentista dopo una visita, una volta che avrà identificato la causa del problema.

Soprattutto se parliamo di farmaci, la soluzione fai da te andrebbe evitata: potrebbe essere dannosa oltre che inefficace

Lascia un commento