Lunedì - Venerdì 09:00 - 19:00

Sabato e Domenica - chiuso

Verona

tel. 045 914185

Villafranca

tel. 045 7900497

Le sigillature

Studio dentistico associato Lombardo  >  Novità   >  Le sigillature

Le sigillature

E’ bene sigillare i denti dei bambini? Quali sono i pro e i contro della sigillatura dei denti permanenti?

sigillatureLa sigillatura dei solchi e delle fossette della superficie masticante degli elementi dentari permanenti è una procedura odontoiatrica preventiva utilizzata in tutto il mondo da decenni e raccomandata dalle Linee Guida Nazionali per la Promozione della Salute Orale e la Prevenzione delle Patologie Orali in Età Evolutiva (Ministero della Salute; Novembre 2013) a tutti i bambini (anche a chi non ha mai avuto carie e/o assume fluoro) a partire dai 6-7 anni di età.
I denti permanenti da sigillare sono quelli che presentano solchi e fossette, cioè i primi e secondi molari ed i premolari (i primi molari compaiono intorno ai 6 anni di età, gli altri solitamente dopo i 10 anni).
La carie è provocata dagli acidi prodotti dai batteri presenti sul dente che, elaborando il cibo, producono acidi che sciolgono lo smalto dentario creando una cavità che può approfondirsi fino ai tessuti vivi del dente provocando dolore.

La sigillatura prevede l’applicazione di una resina fluida sul fondo di solchi e fossette, dopo averli puliti, che viene poi fatta indurire con una fonte di luce specifica.
In questo modo si crea una “pellicola protettiva” a livello dei solchi che sono le aree più difficili da pulire a causa della loro profondità.
L’applicazione dei sigilli sui molari permanenti ha dimostrato che il 74% dei solchi trattati si mantiene sano a distanza di 15 anni dall’ applicazione della protezione.
Se si pensa poi che più dell’80% delle carie che si manifestano nei bambini e ragazzi di età compresa fra i 5 ed i 17 anni ha origine proprio nelle irregolarità dello smalto situate sulla superficie masticante, si può facilmente intuire quali vantaggi apporterebbe la diffusione di questa metodica.

I materiali usati non “macchiano” i denti e non rilasciano sostanze potenzialmente pericolose nel cavo orale, anzi, liberando fluoro, aiutano a proteggere i denti dalla carie.
Non interferiscono con la normale chiusura della bocca: il bambino non sentirà alcuna differenza nella masticazione tra prima e dopo il trattamento.
Durano diversi anni e hanno un rapporto costo beneficio molto vantaggioso.
La metodica di applicazione è semplice e priva di controindicazioni, non necessita di anestesia locale, né di alcun trattamento che danneggi lo smalto prima dell’applicazione.

Oltre che sui denti sani con solchi e fessure intatti, i sigillanti possono venir applicati anche su quelli con solchi e fessure dove sia già presente una carie iniziale.
In tal modo è possibile bloccare il progredire della lesione e procrastinare così terapie più invasi ve, quali la ricostruzione con otturazione.
Prima dell’ applicazione della resina, in questi casi si rimuoverà dai solchi il tessuto cariato, quindi si procederà come in precedenza esposto.
In caso di bambini o ragazzi particolarmente suscettibili alla carie (soggetti a rischio di carie), la sigillatura rappresenta un mezzo di fondamentale importanza nella prevenzione della malattia e potrà essere estesa, oltre ai molari permanenti, a tutti gli elementi con solchi o fessure, come i premolari permanenti ed anche i molarini di latte.
Se correttamente applicati, i sigilli rimangono in posizione per un periodo piuttosto lungo, compreso fra i 2 ed i 5 anni.
E’ comunque buona regola sottoporre il piccolo paziente a visite di controllo periodiche per verificarne la validità.
Nel caso in cui la resina si sia consumata in parte o completamente, questa potrà essere nuovamente riposizionata senza che questo comporti alcun rischio per l’elemento dentario.
E’ importante sottolineare che le sigillature NON sostituiscono una corretta igiene orale.
Le sigillature, infatti, non devono dare un falso senso di sicurezza che porti il bambino a lavare meno i denti e ad andare meno dal dentista…

 

Lascia un commento