Lunedì – Venerdì 09:00 – 19:00

Sabato e Domenica – chiuso


Verona

tel. 045 914185


Villafranca

tel. 045 7900497

Radiologia

Le indagini in Radiologia Odontoiatrica possono essere classificate in Esami Intraorali ed Esami Extraorali.

Gli esami intraorali sono caratterizzati dal fatto che le pellicole, di medie e piccole dimensioni, nel momento in cui vengono impressionate dal fascio rx si trovano all’interno del cavo orale.

Radiologia odontoiatrica a Verona - Studio LombardoUna tecnica si serve del coinvolgimento del paziente che fisicamente con le proprie dita tiene in posizione e ferma la lastrina durante l’esame, un’altra decisamente più precisa utilizza il cosiddetto “Centratore” capace di posizionare la lastrina esattamente dietro il dente o i denti interessati , ma sempre perpendicolarmente all’emissione radiogena , impedendo così il formarsi di distorsioni nell’immagine. Questa metodica è la più usata nella pratica quotidiana e l’unica utilizzabile nell’esecuzione dello Studio Parodontale o dello Status ( in pratica circa 15 pellicole che unite su un lucido ricostruiscono le arcate dentarie ) e fornisce immagini di elementi dentali nella loro interezza dalla sommità delle cuspidi agli apici radicolari con tutto il periapice e le più vicine strutture anatomiche.
Per valutare solo eventuali lesioni cariose un altro tipo di utilizzo del centratore è quello che vede interessate unicamente le strutture coronali degli elementi contemporaneamente dell’arcata superiore ed inferiorie giustapposti in occlusione senza dare informazioni relative alle strutture radicolari.
Un ulteriore proiezione , a dire il vero rarissimamente utilizzata, è quella che vede la pellicola posizionata tra le due arcate in occlusione .

Nello Studio Dentistico Associato Lombardo, oltre alla tradizionale sistematica tramite passaggio della pellicola in digital_navcamera oscura prima nel liquido di sviluppo e poi in quello di fissaggio, viene di routine utilizzata la RVG ( RadioVideoGrafia ) capace, impressionando un sensore digitale, di fornire in tempo reale e con una incredibile precisione dei dettagli una immagine sul monitor del computer presente in ogni saletta operatoria archiviandola poi nella cartella clinica del paziente custodita nel database del server principale . Oltre agli indubbi vantaggi dati dall’immediatezza e dalla possibilità di elaborare l’esame tramite il programma di gestione ( si pensi ad esempio al confronto dei dati catturati prima e dopo la cura e nei controlli a distanza di tempo ) non di poco rilievo è la riduzione di circa dieci volte della dose rx somministrata al paziente .

Gli esami extraorali comunemente utilizzati sono fondamentalmente due :

9200dde-navigationOPT ( Ortopantomografia ) ovvero una tecnica capace di portare costantemente il fascio rx perpendicolare all’asse lungo dei denti ( orto ), impressionando su un’unica pellicola l’intera dentatura e dell’arcata superiore e dell’arcata inferiore ( pan ) tagliata su un univoco piano passante contemporaneamente per tutti gli elementi ( tomo ). E’ questa la conosciutissima “ panoramica “ e come suggerisce il termine offre una visione di insieme delle arcate dentarie che spesso va coadiuvata da indagini endorali.

tacTAC ( Tomografia Assiale Computerizzata ) sfrutta una apparecchiatura in grado di fornire numerose sezioni di taglio e, avvalendosi di un potente elaboratore matematico, riesce a valutare le più lievi perdite di intensità del fascio rx evidenziando anche strutture con modesta differenza di densità.
Il risultato è una serie di immagini di sezioni distanziate di 1 mm. capaci di fornire anche una visione in tre dimensioni. Questi dati ( dicom files ) nel caso la macchina utilizzata sia una TAC DIGITALE possono essere registrati su un comune CD ed elaborati nel nostro Studio da un software capace di darci nitide immagini tridimensionli.
Questa metodica viene normalmente utilizzata oltre che per lo studio del caso anche ad esempio per l’esecuzione virtuale di un intervento di implantologia prima di quella reale sul paziente .
In questo modo sarà possibile evidenziare preventivamente l’eventuale presenza di qualsivoglia problematica chirurgica rendendo più facile, veloce e sicuro l’intervento sul paziente.
Una volta posizionati gli “ impianti virtuali “ grazie a tale programma sarà anche possibile trasferire le informazioni ottenute ad una macchina fresatrice che tramite tecnica cad-cam fornirà una mascherina guida capace di “costringere” il chirurgo implantologo Prof. Giorgio Lombardo a posizionare gli impianti esattamente dove progettati insieme al protesista Dott. Luca Lombardo e contemporaneamente fornirà anche un elaborato protesico in grado, previo piccoli adattamenti , di accoppiarsi perfettamente agli impianti stessi e quindi applicabile immediatamente nella stessa seduta chirurgica ( implantologia protesicamente guidata con carico immediato computer-assistito).

Questo Servizio è disponibile, oltre che presso lo studio di Verona, anche nello Studio Dentistico Lombardo di Villafranca.
Contattaci subito per avere maggiori informazioni

Lascia un commento