Lunedì - Venerdì 09:00 - 19:00

Sabato e Domenica - chiuso

Verona

tel. 045 914185

Villafranca

tel. 045 7900497

Struttura delle arcate dentali: i nomi e le differenze

Studio dentistico associato Lombardo  >  Blog  >  Struttura delle arcate dentali: i nomi e le differenze

ll sistema dei denti umani è complesso e molto differenziato, grazie a questa differenziazione e specializzazione la nostra dieta può essere così varia. Ogni dente ha una sua specifica conformazione e caratteristiche particolari, conoscerne il nome, la funzione (e la numerazione); eppure può essere un modo per averne più cura.

I denti della nostra bocca sono in totale 32, ossia 16 nell’arcata superiore e altri 16 per l’arcata inferiore. L’osso che supporta i denti superiori è detto mascella, quello che accoglie i denti inferiori è detto mandibola. I 16 denti presenti in ogni arcata sono a loro volto divisi in:

  • 4 incisivi
  • 2 canini
  • 4 premolari
  • 6 molari (compresi i denti del giudizio)

Gli incisivi: situati frontalmente, al centro dell’arcata dentaria, sono 4 per ogni arcata, per un totale di 8 in tutto. La loro funzione è appunto quella di incidere, tagliare e strappare il cibo. Per questo hanno una forma piatta e larga che si conclude in una superficie sottile e tagliente. Tutti gli otto incisivi hanno una propria radice e sono molto simili. Normalmente gli incisivi dell’arcata superiore sono normalmente più grandi di quelli dell’arcata inferiore.

I canini: posizionati subito dopo gli incisivi e prima dei premolari, sono in tutto 4, cioè due per ogni arcata. Sono i denti più lunghi e sono dotati di una corono dalla forma. La corona di piramide quadrangolare o di punteruolo. Come indica il loro nome, i canini sono denti legati a un’alimentazione carnivora. La loro funzione è infatti quella di strappare e sminuzzare il cibo stopposo come la carne.

I premolari: posizionati dopo i canini, sono due per lato sia nell’arcata superiore che in quella inferiore. Nella forma, così come nella funzione, sono una combinazione tra canini e molari. La loro funzione è quella di triturare il cibo. I primi premolari dell’arcata superiore hanno due radici mentre gli altri premolari ne hanno soltanto una.

I molari: sono posizionati al termine dell’arcata dentaria. Gli adulti hanno dodici molari, 3 per quadrante, e rispettivamente 6 nell’arcata superiore e altrettanti in quella inferiore. I molari vengono indicati come il primo, il secondo e il terzo guardando verso l’interno della cavità orale. Il terzo e ultimo molare è spesso chiamato anche dente del giudizio, poiché  questi denti erompono per ultimi, intorno ai 17 e i 25 anni. La loro funzione è quella di macinare e sminuzzare il cibo prima che sia inghiottito. I molari sono i denti più grandi di tutta la bocca, hanno una forma tozza e possente che ricorda, anche per la funzione svolta, una mola.

Il sistema di numerazione dei denti permette a dentisti e tecnici di individuare i singoli denti attraverso un linguaggio preciso e universalmente riconosciuto. Conoscendo meglio la nostra struttura dentale, potremo, ad esempio, comprendere subito se il dolore proviene dal dente del giudizio se lo si sente in fondo alla bocca e non si riesce a capire precisamente cosa fa male, oppure se si tratta di una carie o di altro.

Lascia un commento